Refettorio dei Musei San Domenico

Refettorio Musei San Domenico - Piazza Guido da Montefeltro, 12

P.za Guido da Montefeltro, 12. Tel: 0543 712627

Iniziative nel Refettorio dei Musei San Domenico:

Martedì 13 ottobre. 17.00-18.30 Refettorio dei Musei San Domenico

CONFERENZA Il consenso totalitario con Paul Corner

Schermata 2015-09-09 alle 15.25.34

1 novembre 2014


h. 9.3O, SALA EUROPA DI PREDAPPIO (vai alla mappa)
Convegno: “L’uomo nuovo, il totalitarismo, lo Stato”


 L’iniziativa, programmata a Predappio, costituisce una riflessione sul mito della costruzione dell’uomo nuovo nel contesto dei totalitarismi europei, dalla Germania all’Italia, alla Russia e sul ruolo dello stato totalitario rispetto ai temi della razza e dell’antisemitismo e sulle modalità di coinvolgimento delle espressioni artistiche e culturali.

Interverranno al convegno:

Francesco Cassata (Università di Genova)
L’uomo nuovo del Novecento: tra fordismo e totalitarismo
Giovanni Gozzini (Università di Siena)
Una “bonifica umana razionale”. Nicola Pende e l’Istituto Biotipologico
Ortogenetico (1926-1943)
Marcello Flores (Università di Siena)
Lo scrittore come “ingegnere di anime”: l’uomo nuovo in Unione Sovietica


h. 15,00, CENTRO DI PREDAPPIO (vai alla mappa)
Visita guidata al Museo Urbano”.
La visita guidata al patrimonio architettonico di Predappio
sarà condotta dal Sindaco, Giorgio Frassineti.


h. 17.3O, REFETTORIO MUSEI  SAN DOMENICO (vai alla mappa)
Conferenza di Irina Alter
“La guerra della Germania nel cinema tedesco del dopoguerra”

Irina Alter  ha studiato storia presso l’Università di San Pietroburgo e dal 1998 storia dell’arte presso la Ludwig-Maximilians-Uinversität Monaco.
Nel 2012 ha conseguito il dottorato sul tema “Accademia di Belle Arti di San Pietroburgo nel contesto della riforma del 1893-1894”. Il focus della sua ricerca è lo studio delle analogie e delle interazioni nelle arti e lo sviluppo culturale in Russia e Europa occidentale in tempi moderni.


 h. 2O.3O, TEATRO APOLLO (vai alla mappa)
Proiezione film “Triumph over violence” (Russia 1965)
di M. Romm. Partecipa M. Turovskaya, coautrice
INGRESSO GRATUITO


Triumph_Over_ViolenceTriumph Over Violence (in russo: fashizm Obyknovennyy, Обыкновенный фашизм – “fascismo comune”) è un film sovietico diretto da Mikhail Romm. Il film è anche conosciuto come Eco del Jackboot  nel Regno Unito e Triumps corso violenza in USA . E’ sostanzialmente una di estratti commentati di film di archiviazione tesa a descrivere l’ascesa e la caduta del fascismo, e in particolare l’esempio della Germania nazista.

Il documentario di Mikhail Romm segue lo stile del regista sovietico Esfir Shub , un pioniere nell’uso e nello sviluppo di film di compilazione, che prevede la creazione di opere inedite (principalmente documentari) da un assemblaggio fatto da altro materiale cinematografico preesistente. Mikhail Romm, per fare il documentario Trionfo sulla violenza, usa materiale appartenente ad archivi tedeschi, archivi di organizzazioni antifasciste del dopoguerra, archivi fotografici e archivi militari sequestrati ai militari tedeschi.
Discepolo di Eisenstein , Vertov e Pudovkin, Romm, in questo film usa magistralmente il mezzo di espressione, la progettazione musicale e il linguaggio giornalistico per descrivere il regime nazista. E il filmato, grazie alla voce fuori campo e alla musica, ha un forte impatto emotivo sullo spettatore.
Una curiosità del film è il fatto che la narrazione è stata fatta da Romm stesso. Inizialmente, il regista aveva cercato uno speaker per questo lavoro, ma quando i suoi compagni udirono le versioni dei commenti scritti da lui stesso, gli consigliarono di registrare la sua voce. Infine, il commento, col suo peculiare vocabolario e la sua intonazione, è diventato uno dei principali elementi identificativi del film.
Utilizzando tecniche particolari come la ripetizione e il fermo immagine, Romm mostra una elevata padronanza cinematografica nel trasmettere il suo forte messaggio sulla natura totalitaria del regime nazista e la manipolazione dallo stesso operata sulle coscienze.

28 ottobre 2014


16.30, ATRIO DEL SALONE COMUNALE DI FORLÌ (vai alla mappa) Inaugurazione mostra “Forlì 1944, una strage ‘comune’”


 cippoSaranno presenti le autorità cittadine.

La mostra, realizzata in collaborazione dalla Fondazione Alfred Lewin e dall’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea, ha una carattere documentale ed è finalizzata a far conoscere un evento che per molti anni è stato rimosso dalla memoria della città, ma al quale poi è stata riconosciuta la grande importanza che riveste.

La mostra resterà visitabile in tutti gli orari di apertura del comune dal 28 ottobre al 9 novembre 2014, giorno della liberazione della città di Forlì.



17.30, REFETTORIO MUSEI SAN DOMENICO, FORLì (vai alla mappa) Conferenza di Roberto Venuti: “L’Apocalisse e la Guerra” Roberto Venuti è professore ordinario di Lingua e Letteratura Tedesca presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Siena dal 1992. In precedenza è stato assistente e poi ricercatore presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Ha compiuto i suoi studi presso le Università di Roma, Tübingen (con Hans Mayer, Ernst Bloch e WalterJens) e Heidelberg. E’ promotore di una rete di scambi “Erasmus” con le Università di Vienna, Brema, Jena, Kassel, Osnabrück, Würzburg, Aarhus, Groningen, Lille 3 e Lione. Ha fatto parte dal 1990 al 1995 della redazione della rivista “Studi Germanici”. Dal 1998 è nel Comitato di redazione dell’ “Osservatorio Critico della Germanistica”.



20.00, TEATRO COMUNALE DI PREDAPPIO (vai alla mappa) Celebrazione del 70° anniversariio della Liberazione del territorio forlivese.


13224661573_1acfddd411_oIl 28 ottobre del 1944 Predappio fu liberata dalle truppe alleate e nei giorni precedenti e seguenti molti altri comuni del territorio videro la libertà dopo il terribile anno dell’occupazione tedesca. In questa occasione è prevista un’iniziativa nella quale attorno al consiglio comunale di Predappio si raccoglieranno i sindaci dei diversi comuni del territorio forlivese, oltre ad i rappresentanti delle organizzazioni democratiche e antifasciste.

L’orazione ufficiale sarà tenuta da Marcello Flores, direttore scientifico dell’Istituto Nazionale di Storia del Movimento di Liberazione e di 900fest, Festival europeo di storia del 900.

Ore 20.00 Interverranno: Giorgio Frassineti, Sindaco di Predappio Davide Drei, Sindaco di Forlì e Presidente dell’Unione dei Comuni della Romagna forlivese Carlo Sarpieri, Presidente dell’ANPI di Forlì-Cesena Marcello Flores, direttore scientifico dell’Istituto Nazionale di Storia del Movimento di Liberazione e di 900fest, Festival europeo di storia del 900.

Ore 21.30 Concerto dei Khorakhanè, con la partecipazione straordinaria di Ivano Marescotti

L’iniziativa nel volantino del Comune di Predappio